Il  progetto I Secure promuove l'uso strategico delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nei programmi di insegnamento e di apprendimento come presupposto per lo sviluppo di pratiche innovative a livello di scuole secondarie (studenti di 11-18 anni), nei paesi partner. Pertanto, il Consorzio si propone di sviluppare una 'cultura della sicurezza delle informazioni' per aumentare la consapevolezza in questo campo come passo cruciale nel processo della digitalizzazione dei contesti educativi.

Inoltre, i partner svilupperanno e  valuteranno  il prototipo di un corso metodologico e il curriculum di I Secure agent  e l’ecosistema TEL I Secure (Technology Enhances Learning I Secure eco-system), che abiliterà i docenti all'uso di mezzi e strumenti utili per sostenere la formazione e per renderli autonomi nell’uso didattico della sicurezza delle informazioni. Ciò consentirà loro di diventare “I Secure agent”, e  trasferire nella didattica quotidiana queste informazioni agli studenti, garantendo la sostenibilità del progetto. 

Attraverso le attività di analisi, di sviluppo, di test, di consultazione e di diffusione, il progetto coinvolgerà circa 5.500 soggetti (insegnanti, scuole, studenti, genitori, politici, sindacati, ecc) nei paesi partner.